Comunicati Stampa

Regione, Piano annuale giovani. Quadrini accoglie la proposta della D’Orazio.

 

Il Presidente della XV Comunità Montana Valle del Liri Gianluca Quadrini si dice favorevole alla proposta della capogruppo di Innovazione territoriale alla Comunità Montana e consigliere comunale di Sora, Maria Paola D’Orazio relativa al bando relativo al Piano annuale a favore dei giovani (DGR 844/2018 e DGR 200/2019 – Linee guida Iti.Gi).
La Regione, infatti, mette a disposizione 5,2 milioni di euro per riqualificare 20 luoghi pubblici inutilizzati in nuovi spazi per i giovani gestiti da under 35. L’obiettivo del Bando ‘Itinerario giovani’, pubblicato sul BUR n. 35 del 30.04.2019, è quello di trasformare spazi inutilizzati in luoghi per i giovani. Palazzi, uffici, scuole, caserme, stazioni: nei Comuni del Lazio qualsiasi spazio, inutilizzato o sottoutilizzato, potrà essere trasformato in un luogo propulsore delle energie delle nuove generazioni. L’iniziativa ha l’obiettivo di dare vita a 20 nuovi centri dedicati ai giovani del territorio: 2 ostelli e 2 spazi dedicati alle attività per ogni provincia del Lazio.

 

“Ringrazio la consigliera comunitaria Maria Paola D’Orazio per l’interesse mostrato e la richiesta di incontro per pianificare e individuare le possibili strutture di aggregazioni esistenti sul territorio, che abbiano i requisiti idonei per partecipare a questo importante bando a favore dei giovani.”-afferma Quadrini.

“Dal momento che beneficiari del contributo possono essere, in forma singola o aggregata, tra gli altri anche le Comunità montane, ci metteremo presto al lavoro per non perdere questa opportunità che oltre a valorizzare il nostro territorio, sarà di aiuto a ragazzi in progetti turistici che possono tradursi in future opportunità occupazionali. Come ente montano, siamo particolarmente propensi a iniziative che coinvolgono i giovani, come il Servizio civile che sta riscuotendo successo e grazie al quale i nostri ragazzi hanno riqualificato l’area della città di Fregellae, antica colonia fondata dai Romani nel 328 a. c.nel territorio di Arce. La Ciociaria è ricca di un patrimonio storico immenso con siti e strutture attualmente inutilizzate che vanno assolutamente valorizzati.

Prenderemo, altresì, in considerazione anche un’altra iniziativa della Regione Lazio per presentare proposte progettuali di ‘Reti per lo sviluppo dell’agricoltura sociale per l’inserimento socio-lavorativo di soggetti in condizioni di svantaggio’. Un bando che coniuga l’utilizzo delle risorse agricole e il processo produttivo multifunzionale con lo svolgimento di attività sociali al fine di generare benefici inclusivi, sostenere percorsi terapeutici, riabilitativi e di cura che favoriscano la coesione sociale e riducano il rischio di marginalizzazione.”

 

Ufficio stampa

Gianluca Quadrini

Presidente XV Comunità Montana Valle del Liri

Questo sito utilizza cookie per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più